La signora Crisantemo – Pierre Loti

Distratto matrimonio giapponese.

 

image_book.php?type=3&item_id=016cf28bece0177875&time=1266427568

 

Descrizione del libro (SPOILER)

 

In questo libro, pubblicato nel 1887, Loti descrive le impressioni di un suo soggiorno a Nagasaki.

 

La storia del matrimonio del tenente di vascello Loti con la piccola Crisantemo è solo un pretesto per collegare l’uno all’altro i capitoli nei quali Loti dipinge una festa popolare, una figura di fanciulla, una montagna in fiore, una riunione di musmè (le giovanissime che si offrivano agli europei per matrimoni di convenienza per la durata del loro soggiorno).

 

Non vi è amore tra Loti e la sua musmè, solo l’abitudine li unisce e la forza di un contratto. Così quando arriva l’ordine di partenza, il tenente Loti ne è quasi contento, e Crisantemo perde gli ultimi momenti prima della separazione a verificare se le monete ricevute dal suo ex-amico hanno il peso richiesto.

 

 

 

Commento

 

Pierre Loti si imbarcò diciassettenne per vedere il mondo.
Era un marinaio, con una donna in ogni porto, infatti ci rimangono suoi quaderni delle esperienze turche, egiziane, cinesi e di isole lontane.
Pierre Loti era un uomo curioso, attento, attivo, sagace, malinconico talvolta, che non voleva farsi scorrere addosso la vita ma voleva viverla, annotarla e disegnarla (credo infatti di averlo conosciuto anni fa, inconsapevolmente, attraverso i suoi acquarelli dell’Egitto. Ma potrebbe essere una suggestione senza controprove).

 

Qui ci narra della sue estate giapponese alla rada in Nagasaki, anno 1887.
La sua idea è quella di vivere in pieno l’occasione: avere per gioco una moglie giapponese ed una piccola casa di carta e legno. Così parte la contrattazione per scegliere la donna, come una merce, e gli segue la narrazione di questa vita distratta, senza amore vero o inutili sentimentalismi ma con tante esperienze di vita cittadina ed un’innata sensibilità per la natura.

 

Viene quindi descritto in modo assai preciso un Giappone d’antan ma non di maniera. Il punto di vista di Loti è molto disincantato ed assai pieno di pregiudizi che oggi chiameremmo razzisti ma che erano assai condivisi a suo tempo: i giapponesi li descrive come scimmie, la sua musmè come una bambolina senza sentimento dalla vuota testolina.
Un atteggiamento agli antipodi rispetto all’amore incondizionato di Lafcadio Hearn, suo quasi contemporaneo e fervente sostenitore del Giappone.
Eppure spesso egli riconosce l’alienità di sentimenti di questo popolo rispetto agli “occidentali”, una lontananza che da Loti viene vista come incolmabile ma che gli dà possibilità di analisi e osservazioni assai acute e universali.

 geisha-in-snow.jpg

Se questo fatto non colpisce troppo la nostra sensibilità di lettore, ma lo si prende nel contesto da cui viene, ci si trova davanti ad una chicca.

 

La parte a me cara del libro è la delicata e malinconica visione di immagini perdute: la festa al tempio, una bellezza stante, la salita alla casa sovrastante Nagasaki, la musicalità della casa stessa coi suoi legni vecchi, disseccati, lindi, la vista a volo di uccello della rada e delle barche ivi attraccate, le passeggiate serotine con l’acquisto rituale di lampade e cialde, il budda d’oro illuminato da lampade, la preghiera ad Omikami-Ama-Terase della signora Pruna.
Profumi, colori di cose perdute. Suggestioni visive e sonore (scricchiolii di legno, battere di mani, sbattere di pipe, canto di samisen).
Consigliato come visione dall’altra parte.

 

A contrapporsi alla malinconia spensierata di Loti mi rimane il dubbio del destino della piccola, compassata e silente Kiku-San, moglie per gioco, probabilmente venduta per soldi dai parenti. Quali sentimenti dietro la sua maschera graziosa ed impeccabile? Quale futuro da ex moglie di “barbari”?

 

PS: work in progress l’aggiunta di citazioni

 

 geisha_screensaver_desktop_screen_savers-276.jpeg

 

 

 

Voto: 

 

 

 

Altri dati:

 

Titolo: La signora Crisantemo

Autore: Pierre Loti

Traduttore: Decio Cinti

Pagine: 146

Prezzo: 12,39€

ISBN-10: 8870217221

ISBN-13: 9788870217223

Editore: Muzzio

Data di pubblicazione: 1995

 

original-image.jpg
La signora Crisantemo – Pierre Lotiultima modifica: 2010-09-08T14:00:00+02:00da morgana_luna
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento