Gli anni dolci – vol. 1 – Taniguchi

Un (troppo) quieto vivere

 

image_book.php?type=3&item_id=01cfffeb9d9b43b193&time=1287849172

 

Prima parte della Graphic novel di Jiro Taniguchi tratta dal romanzo di Hiromi Kawakami.

 

 

Tsukiko, una tranquilla trentasettenne, rincontra il suo anziano professore delle superiori nella nomiya in cui abitualmente cena. Da lì nasce una frequentazione in locali familiari fatta di casuali condivisioni di cibo e sake – ma quasi mai di parole, una compagnia nel quotidiano che diverrà mutua e muta dipendenza.

 

La storia di per sé è formata da pochi eventi: anche nel romanzo i protagonisti mangiano assieme e fanno tre gite in tutto. E’ un libro di sentimenti, sensazioni, pensieri, molto pacato, Il cui narrare è lieve e giapponese, addirittura in alcuni momenti vacuo.

Dico giapponese per il parlare sempre di cibo, che la fa da padrone come in Gourmet di Taniguchi ma qui viene descritto meno il rapporto dei protagonisti con lo stesso. E anche lo è nel narrare piccoli eventi di vita, nel modo di discorrere dei personaggi in maniera apparentemente inconcludente ed incoerente in cui i non detti contano più dei detti, nell’amore quale affetto che nasce piano dalla consuetudine, sentimento non passionale ma che sostiene.

 

In entrambe le versioni resta una grande delicatezza, non per temi leggeri o eterei, ma della prosaicità quotidiana vissuta al momento, godendosi l’attimo.

Nel libro è l’atmosfera quieta che conta, in questo formato grafico – che pensavo adatto come trasposizione ma su cui devo ricredermi – resta troppo indeterminata. La lentezza non diviene dolcezza e mi resta impossibile immedesimarmi in Tsukiko. Se nel libro l’avevo sentita più vicina, qui mi sembra assolutamente ottusa nel suo lasciarsi scorrere le cose addosso, gretta, inconsistente, lamentosa, antipatica perfino.

 

Il disegno di Taniguchi qui è per una volta un punto dolente. Quel Taniguchi capace di tenerci incollati alle tavole anche senza un balloon per pagine, capace di mettere i sentimenti su carta, non l’ho sentito. Peccato perché l’autore sa farlo.

Invece l’ho trovato trascurato e vuoto rispetto ad altre opere. La protagonista e le altre donne poi sono così tozze e sempre con la bocca storta da lasciare allibiti. Gli sfondi sembrano anche loro meno definiti e amorevolmente descritti.

Un calo nello stile del maestro?

Non che sia brutto, intendiamoci, ma possiamo fare confronti e quindi è molto meglio leggersi L’Olmo, Gourmet, L’uomo che cammina, Blanca, per fare degli esempi.

 

In sostanza: meglio il libro – di cui qua trovate il mio commento – e che comunque era assai lieve

 

Non per questo mi esimerò dal leggere il secondo volume: scorre così rapido e poi odio visceralmente lasciare le cose a metà! 

 

Voto: 

 

Altri dati

 

  • Titolo:Gli anni dolci – vol. 1 
  • Pagine:  208
  • Autore: Hiromi Kawakami
  • Disegnatore: Jirō Taniguchi
  • Prezzo:17,00 €
  • ISBN-10: 8817043761
  • ISBN-13: 9788817043762
  • Editore: Rizzoli – Lizard
  • Data di pubblicazione: Oct 01, 2010
Gli anni dolci – vol. 1 – Taniguchiultima modifica: 2012-10-27T08:32:00+00:00da morgana_luna
Reposta per primo quest’articolo